Un incontro casuale e un cambio di prospettiva

Per una volta capita: non sono l’osservatrice ma “l’osservata” . Sono qui che aspetto la metro dopo una lunga giornata di lavoro, e ad un certo punto un ragazzo si ferma e mi saluta. Lo guardo e penso si sia sbagliato, ma ricambio con un sorriso. Non capita molto spesso a Milano che qualcuno ti […]

Continua a leggere

Benedette le mani che lavorano

Benedette le mani che lavorano. Quelle segnate da solchi profondi che hanno perso da tempo il loro naturale biancore e magari qualche volta abbiamo guardato con repulsione. Quelle grandi e forti dei nostri nonni, padri e fratelli. Quelle instancabili che non ci hanno mai fatto mancare nulla. Grazie alle quali abbiamo avuto la libertà di […]

Continua a leggere

Lei: una che lascia il segno

Li noto subito stamattina, sono gli unici in tutto il vagone che sembrano felici di essere lì, in questa giornata che è iniziata cupa e con la pioggia. Lui con il suo cappotto di lana aperto che lascia intravedere un completo blu con cravatta coordinata e lei coperta fino a sotto gli occhi con una […]

Continua a leggere

Scene dal pianerottolo

Sono da poco passate le 22, sono tornata a casa da qualche minuto, quando sento della musica provenire dal pianerottolo. È strano nel mio palazzo abitato principalmente da anziani e famiglie. Poi a quest’ora ancora di più! Qualcuno parla, mi sembrano dei ragazzi. La situazione si protrae e mi incuriosisco. Proprio come una spiona dó […]

Continua a leggere

Come mi immaginavo a 30 anni

Tratto da “La notte delle rivelazioni”, racconto scritto quando avevo 19 anni. Una delle protagoniste aveva tanto di me e nel mio inconscio immaginavo che a trent’anni ogni cosa avrebbe preso una piega, quella giusta. “Io, mani in tasca, sciarpa al collo e cappellino di lana, penso a quella famosa estate delle stelle cadenti  che […]

Continua a leggere

La lezione sulla vita che mi ha insegnato mia nonna

Quella mattina, la mattina prima che i suoi occhi verdi si chiudessero per sempre, chiesi a mia nonna se volesse che le massaggiassi le braccia. Presi un po’ di crema e iniziai a spalmarla, delicatamente, per non farle male. Aveva molti lividi per via delle flebo e provavo un senso strano a toccarla. Mi comportavo […]

Continua a leggere

Marzo 2014: la mia intervista da studentessa sognante, ma non troppo

Nel Marzo 2014 Sandro Biccai mi intervistò per LaPlanargia.net, giornale online che purtroppo non è più attivo e di conseguenza non è più possibile leggere neanche la mia intervista. Qualche giorno fa ho ritrovato, conservato sul mio pc, un file dove l’avevo salvata e a rileggermi mi faccio quasi tenerezza. C’è una domanda in particolare, […]

Continua a leggere

Il gioco del Silenzio

Mamma, prima di salutarmi mi ha sussurrato un “fai da brava con tuo papà!” ma io sono brava, me lo dicono tutti.  Io annuisco e le do un bacio forte. Questa volta non la vedrò per una settimana la mia mamma. E’ la settimana che il giudice ha dato al mio papà, vado con lui […]

Continua a leggere

Settembre con le sue prime piogge e i caldi inaspettati

Tempo di fare i conti con le cose lasciate in sospeso. Settembre che prende e Settembre che da. Profumo di ripartenze. Settembre che mi sussurra sensazioni nuove. Mi fa credere che tutto possa rifiorire, meglio di prima. Settembre col suo profumo delicato e il vento frizzantino. Che dà l’ultimo tocco di dolcezza alle viti e […]

Continua a leggere

Il Primo Giorno D’Estate

Il primo giorno d’estate è sole che batte forte e non fa male, ma ti dà energia e ti fa sentire speciale. Il mare con i suoi profumi inebrianti e il tuo sguardo libero di poter guardare avanti. I tuffi, le creme e chi in riva ti tiene d’occhio, prima che tu possa finire di […]

Continua a leggere